Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 Feb

Dossier: Le tisane

Pubblicato da Monica Gatto  - Tags:  #DOSSIER, #BELLEZZA E SALUTE

Per disintossicare l’organismo e liberarlo da tossine e liquidi in eccesso e per ripristinare uno stato di benessere generale, le tisane depurative possono costituire un valido rimedio naturale.
Per svolgere tale funzione, la tisana deve essere preparata con erbe specifiche, adatte allo scopo. Ne esistono diverse ed ognuna di queste ha un effetto particolare, come, per esempio, sulla pelle, sull’intestino, sulla cellulite, sulla circolazione, sul sistema nervoso e quant’altro.

Quali sono le erbe migliori.

Il tarassaco, usato fin dall’antichità, svolge un’azione, al tempo stesso, drenante e snellente.
La betulla stimola i reni a lavorare meglio, e, favorendo la diuresi, è perfetta contro la ritenzione idrica, da cui dipendono in gran parte la cellulite femminile ed il fastidioso problema di gambe e piedi gonfi.
Il carciofo è considerato da molti l’alimento depurativo per eccellenza, poichè le sue foglie stimolano la diuresi, contribuiscono ad eliminare il gonfiore della pancia e migliorano la circolazione sanguigna;
L’ortica aiuta a pulire il corpo e a dimagrire. Svolge un’azione diuretica ed è ricca di sali minerali.
Il cardo mariano ha effettici benefici sul fegato, essendo un ottimo epatoprotettivo e rigenerativo dopo un danno subito dal fegato stesso da sostanze tossiche.

Possiamo ricordare inoltre la curcuma, la gramigna, la genziana, la rosa canina, la liquirizia, il ribes nero, la malva, il sambuco, il thè verde. Sono tutte erbe che, miscelate da un esperto erborista, hanno proprietà depurative, diuretiche, drenanti e digestive.

Come preparare e dove reperire le erbe.

Per preparare le tisane depurative che fanno al caso proprio, è sufficiente lasciare in infusione un cucchiaino dell’erba scelta (le erbe si comprano essiccate e pronte all’uso in qualsiasi erboristeria) in acqua bollente; per dolcificare è preferibile usare solo un pò di miele, evitando lo zucchero, o ancora meglio, se si riesce, berla amara.
In alternativa ci sono le comode e pratiche tisane depurative in filtro, che in genere contengono un mix scelto di erbe, da acquistare in erboristeria o al supermercato.

Dosi e tempi di somministrazione di ogni tisana dovrebbero essere valutati in base alle caratteristiche del soggetto ed agli effetti che si vogliono ottenere, ragion per cui è caldamente sconsigliato il fai-da-te: il fatto che le erbe siano naturali non significa affatto che esse siano anche innocue poichè, al contrario, se usate male o non indicate al problema che si intende risolvere, potrebbero causare spiacevoli effetti collaterali, evitabili solo chiedendo una consulenza ad un esperto.

Le tisane depurative possono essere preparate con una o più erbe. Comunque è preferibile, per evitare eventuali problemi di interazione, usare massimo cinque erbe per ogni tisana.

E’ bene ricordare, infine, che è opportuno rivolgersi ad un medico o ad un naturopata, prima di utilizzare le erbe adatte per risolvere le esigenze del nostro organismo.

Nei periodi in cui ci si sente con i nervi a fior di pelle, energie insufficienti per affrontare gli impegni quotidiani e un’inspiegabile tristezza che ingrigisce ogni momento della giornata, le tisane rilassanti possono essere di grande aiuto per risollevarsi sia fisicamente che moralmente.
Alcune erbe, grazie ad un effetto calmante, rilassante e tonificante per il sistema nervoso, agiscono infatti sul nostro organismo come fossero dei farmaci naturali, ma con molti meno effetti collaterali.

Le migliori tisane rilassanti, come prepararle e come e quando consumarle.


Tisana di valeriana e passiflora: è il mix perfetto per contrastare la tensione nervosa e l’ansia eccessiva. La valeriana svolge un notevole effetto riequilibrante, calma e distende i nervi, mentre la passiflora è un ottimo sedativo naturale.
Come assumerla: lasciare in infusione in una tazza di acqua bollente un cucchiaio di radice essiccata di valeriana e uno di foglie essiccate di passiflora; filtrare e bere tre tazze al giorno. Una tazza di questa tisana sorseggiata subito prima di andare a dormire favorisce il sonno.

Tisana di iperico e griffonia: aiuta a superare gli stati di lieve depressione. Sia l’iperico che la griffonia vengono non a caso utilizzate in campo farmaceutico per la preparazione di prodotti antidepressivi; entrambe favoriscono l’incremento della serotonina, il neurotrasmettitore più importante nella regolazione del tono dell’umore.
Come assumerla: lasciare in infusione per almeno 10 minuti in una tazza di acqua bollente un cucchiaio di fiori di iperico e uno di semi essiccati di griffonia, filtrare e bere tre tazze al giorno dopo i pasti principali.

Tisana di ashwagandha (o withania somnifera) e rodiola: è tra le tisane rilassanti quella che più rafforza il tono dell’umore e aiuta nei momenti di stanchezza e di disistima personale. L’ashwagandha, detta anche ginseng indiano, ha proprietà energizzanti e stimolanti, mentre la rodiola, incrementando i livelli di serotonina e di noradrenalina, mantiene alto l’umore, la memoria e la concentrazione.
Come assumerla: lasciare in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente un cucchiaio di polvere di ashwagandha e uno di radice essiccata di rodiola, filtrare e berne due tazze al giorno lontano dai pasti.

Tisana di eleuterococco e guaranà: il primo, chiamato anche ginseng siberiano è un ricostituente, mentre il secondo possiede, come è noto, spiccate proprietà toniche e stimolanti: un connubio perfetto per affrontare al meglio quei periodi che richiedono all’organismo un maggiore dispendio di energie.
Come assumerla: un cucchiaio di radice essiccata di eleuterococco e uno di semi essiccati di guaranà in una tazza di acqua bollente, lasciare in infusione per 10 minuti, filtrare e bere al massimo due tazze al giorno, dose al di sopra della quale la tisana potrebbe avere un effetto eccessivamente eccitante, provocando, tra l’altro, insonnia.

Infine una raccomandazione di fondamentale importanza: prima di assumere una qualsiasi delle suddette tisane rilassanti, onde evitare spiacevoli effetti indesiderati, chiedete preventivamente un consulto medico.

Sul blog

Moda, Tendenze, Attualità, Dossier di approfondimento su temi in voga e quant'altro. Curati da una collaborazione con le redazioni di: NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb