Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

03 Apr

L'Usabilità del Web

Pubblicato da Mirco Simoncinio  - Tags:  #INTERNET

L'usabilità è il grado in cui un prodotto può essere usato per raggiungere specifici obiettivi con efficienza e soddisfazione in un determinato contesto d'uso.

 

Cos'è l'usabilità del web?
L'usabilità è il grado in cui un prodotto può essere usato per raggiungere specifici obiettivi con efficienza e soddisfazione in un determinato contesto d'uso.
Questo termine, pur essendo applicabile in diversi campi, è usato soprattutto in riferimento ai prodotti informatici.
Si parla di usabilità del web quando i principi di usabilità vengono applicati negli ambiti in cui la navigazione del web può aiutare nella realizzazione di un'interfaccia grafica (GUI). Essa nasce soprattutto come ausilio alla progettazione e si applica all'interfaccia proprio perché è con essa che si relaziona l'utente. Ad ogni azione di quest'ultimo, infatti, l'interfaccia grafica elaborerà una risposta e produrrà un risultato che la porterà inevitabilmente ad un cambiamento di stato.
Ovviamente, l'usabilità non esiste nel prodotto in sé ma soltanto in relazione d'uso, cioè quando il prodotto viene utilizzato dell'utente.

Caratteristiche dell'usabilità e web usability
La normativa ISO/IEC 2001a definisce l'usabilità come "la capacità di un sistema di essere compreso, appreso, utilizzato e attraente per gli utenti quando usato sotto condizioni specificate".
Ciò significa che tramite l'interfaccia il sistema deve essere compreso, ed usato correttamente impiegando il minimo sforzo possibile, anche quando l'utente che interagisce non è esperto. Inoltre, non deve essere troppo complicato apprendere come usarlo correttamente.
Queste caratteristiche diventarono particolarmente necessarie intorno agli anni '80. Prima di allora, infatti, i principali utilizzatori di software erano proprio i progettatori che li avevano ideati e che, di conseguenza, erano in grado di utilizzare il prodotto correttamente indipendentemente dalla difficoltà e dallo sforzo che questo richiedeva. Con la diffusione delle tecnologie, però, chiunque venisse a contatto con un software non era esperto nell'utilizzarlo. Si rese cosi indispensabile l'usabilità.
Ovviamente, al progressivo sviluppo di internet seguì la necessità di rendere l'utilizzo dei siti web il più semplice possibile. Tale approccio è chiamato web usability.
Affinché un sito sia "usabile" occorre che le informazioni siano presentate in modo chiaro e conciso, offrire all'utente le scelte corrette in una maniera che risulti ovvia, eliminare ogni ambiguità riguardo alle conseguenze di un'azione, mettere le cose più importanti nella posizione giusta della pagina, ridurre gli sforzi cognitivi dell'utente e rendere la pagina interessante ed accattivante dal punto di vista della grafica.

Usabilità e creatività
Ovviamente quanto detto sopra per i siti web vale anche per i software in generale: usabilità e creatività grafica vanno di pari passo proprio perché rendere la grafica accattivante e allo stesso tempo comprensibile facilita all'utente il compito di utilizzare il dispositivo. Ovviamente ciò non risulta sempre semplice poiché a volte si rischia di dare più importanza ad uno dei due aspetti trascurando così l'altro. Sulla questione sono ancora oggi in corso numerosi dibattiti. Nella comunicazione tra emittente e ricevente occorre, infatti, che il creatore del messaggio riesca a trasmetterlo all'utente che lo riceve in maniera corretta e, questo, può avvenire solamente nel momento in cui la grafica attiri l'utente e non lo faccia distrarre, lasciando così svolgere il resto del proprio compito all'usabilità.
Insomma, appare evidente come l'usabilità sia una caratteristica tanto complicata da ottenere quanto indispensabile in ogni software o sito internet che si rispetti.

 

Semplici linee guida da seguire per rendere più leggibili e comprensibili i contenuti pubblicati sul Web e per favorire l’usabilità generale delle pagine dei siti Internet.

 

Scrivere contenuti per il Web presenta le sue sfide. Al primo posto vi è la facilità con cui il contenuto viene letto e compreso dagli utenti, cioè la sua leggibilità. Se il contenuto è molto leggibile, il pubblico è in grado di digerire rapidamente le informazioni. Questo è un obiettivo da raggiungere assolutamente nel caso di un blog, di un sito e-commerce o del sito web aziendale.

Di seguito si riportano pochi semplici suggerimenti e tecniche per migliorare l'usabilità e la leggibilità del contenuto dei siti internet. Tali indicazioni sono basate sui risultati delle ricerche e sui consigli di affermati esperti di usabilità come Jakob Nielsen. Non si tratta di un elenco esaustivo, ma solo di spunti e idee che è possibile mettere in pratica subito.

LINEE GUIDA GENERALI

Contenuti web usabili e leggibili si ottengono unendo gli sforzi di esperti in Web Design e Web Copywriting.

Le pagine web devono essere progettate per facilitare la lettura del contenuto attraverso l'uso efficace di colori, tipografia, spaziatura, ecc. Il web writer, dal canto suo, deve attuare apposite strategie che permettano agli utenti di individuare, leggere e interiorizzare velocemente le informazioni.

In sintesi:

 

 

  • testo e tipografia devono essere semplici e piacevoli da leggere;
  • il contenuto dovrebbe essere facile da capire;
  • il contenuto dovrebbe essere snello, perché gli utenti di Internet non leggono molto (gli studi dimostrano che, mediamente, viene letto solo il 28% del testo in una pagina Web).

 

1. MANTENERE CONCISI I CONTENUTI

È risaputo che gli utenti di Internet hanno una bassa soglia di attenzione e non leggono gli articoli per intero. Cercano le parole chiave all’interno del testo, scorrono il contenuto in modo non lineare e leggono superficialmente.

A tal proposito, uno studio di usabilità condotto da Jakob Nielsen sostiene che un aumento del 58% in termini di usabilità può essere ottenuto semplicemente eliminando circa la metà delle parole presenti nelle pagine web.

Scrivere articoli brevi migliora la leggibilità, tanto che molte delle più comuni formule per misurare la leggibilità utilizzano la lunghezza delle frasi ed il numero di parole come fattori che influenzano la facilità di lettura e comprensione.

2. UTILIZZARE LE INTESTAZIONI PER SPEZZARE GLI ARTICOLI LUNGHI

Uno studio di usabilità di Gerry McGovern ha portato alla conclusione che i lettori di Internet ispezionano le pagine Web in blocchi e sezioni, definiti “blocchi di lettura”.

Cioè, quando si guarda il contenuto di una pagina Web, si tende a vederlo non come intero, ma come distinte porzioni di informazione. Si ha la tendenza a leggere a blocchi, andando direttamente alle voci che sembrano corrispondere a ciò che si sta effettivamente cercando.

Un’utile strategia per migliorare l’usabilità è quella di spezzare gli articoli lunghi in sezioni, in modo che i lettori possano facilmente scorrere in basso nella pagina, e far precedere ciascun blocco da un’intestazione che ne riassuma brevemente il contenuto, in maniera tale da attirare l’attenzione dell’utente e facilitare la lettura dell’articolo.

3. AIUTARE I LETTORI A SCORRERE VELOCEMENTE LE PAGINE WEB

Gli utenti di Internet tendono a scremare i contenuti, dando un’occhiata veloce alle pagine Web e selezionando solo le informazioni di interesse.

Progettare e realizzare siti internet con la scrematura dei contenuti in mente può favorire l'usabilità. È consigliabile concentrare le parole chiave all’inizio delle intestazioni, dei titoli e dei link ed inserire le informazioni importanti nella parte superiore degli articoli. In questo modo i lettori possono individuare facilmente ed in maniera rapida i concetti fondamentali presenti nelle pagine.

4. UTILIZZARE GLI ELENCHI PUNTATI E LA FORMATTAZIONE DEL TESTO

Diversi studi di eye-tracking hanno messo in evidenza come gli utenti fissino più a lungo gli elenchi puntati e il testo formattato (ad esempio in grassetto e corsivo).

Assegnare uno stile distintivo a porzioni di testo, mettendo in evidenza le parole chiave e le frasi importanti, è molto utile per catturare l’attenzione dei lettori e contribuisce significativamente ad accelerare la lettura.

5. CONFERIRE UNA SPAZIATURA SUFFICIENTE AI BLOCCHI DI TESTO

La spaziatura tra i caratteri, le parole, le righe e i paragrafi è importante. Questo aspetto, infatti, può influenzare notevolmente la leggibilità e, quindi, la velocità di lettura. Inoltre, un uso appropriato dello spazio bianco (vuoto), migliora anche la presentazione del contenuto, rendendo più gradevoli ed invitanti le pagine dei siti Web.

6. RENDERE USER-FRIENDLY I COLLEGAMENTI IPERTESTUALI

Un grande vantaggio dei contenuti web-based è la possibilità di utilizzare i collegamenti ipertestuali (link). L'uso corretto dei collegamenti ipertestuali può aiutare la leggibilità.

Indicare i link che sono già stati visitati dall'utente conferendo loro un aspetto diverso dai link normali, così che i lettori possano facilmente rendersi conto di quali contenuti hanno già preso visione. Rendere i collegamenti ipertestuali autodescrittivi utilizzando un adeguato anchor text o l’attributo title, in modo da chiarire agli utenti l’esatta destinazione dei link.

7. UTILIZZARE GLI ELEMENTI VISUALI IN MODO STRATEGICO

Foto, tabelle e grafici valgono più di mille parole. Utilizzare questi elementi visuali in modo efficace può migliorare la leggibilità e sostituire o rinforzare lunghi blocchi di contenuto testuale.

È opportuno, invece, limitare o rimuovere gli elementi grafici non necessari o senza senso, per evitare di disturbare o distrarre gli utenti durante la lettura.

Per altre risorse, altre linee guida, siti specifici ecc. fate riferimento ai vari siti recensiti che trovate di seguito e quelli che trovate negli archivi tematici riportati nelle categorie sotto linkate.

 

 

Anteprima sito: Scrivere per il Web Imparare a scrivere per questo nuovo mezzo di comunicazione che é il Web. Da ''Il Mestiere di scrivere'', ecco una serie di consigli, idee e regole.
''Anche nella comunicazione di impresa ogni strumento deve avere il suo linguaggio. Scrivere un discorso è diverso da scrivere una brochure. Scrivere il bilancio annuale della società è diverso da scrivere una presentazione o un documento tecnico. Così, non si possono fare una pagina o un sito web prendendo testi pensati e scritti per la carta e salvandoli in html.'' ...

 

 

 

Anteprima sito: Html.it Usabilità L'usabilità è una della armi a nostra disposizione per trattenere l'audience e per consentire ai visitatori di lavorare con il nostro sito. Questa sezione di HTML.it, curata da Emanuela Gugnelli, spiega come realizzare siti che rispondono a questi requisiti di usabilità.

 

 

 

 
 
Ve lo sarete sicuramente chiesti. Come deve essere la pagina web perfetta? Quali sono gli accorgimenti da tenere per una pagina web efficace?

Vediamolo subito in questo breve guida.

Navigabilità

Strettamente legata al concetto di usabilità, è la navigabilità. Perché più semplice rendiamo la navigazione del sito più facilmente l'utente riuscirà a trovare quello che cerca rispondendo quindi al concetto di usabilità.

D'altro canto va tutto a nostro vantaggio perché veniamo incontro alle esigenze dei nostri utenti rispondendo alle loro aspettative ... in caso contrario abbiamo solo da perderci a tutto vantaggio dei nostri concorrenti.

Qualità dei contenuti

Questo è il cuore della nostra pagina web: il contenuto. Ma come deve essere il contenuto?

L'avrò detto fino alla nausea: i contenuti devono essere di qualità, di interesse per l'utente, pertinenti alle sue aspettative. Ma non è tutto ci sono delle linee guida da seguire per la scrittura sul web perché non è come scrivere per la carta stampata, dobbiamo seguire le regole del web writing.

Testi leggibili

È una questione che va tutto a nostro vantaggio. Rendere leggibili i nostri testi ben dispone i nostri utenti alla loro lettura.

La regola base per una buona leggibilità è di evitare "i muri di testo", ossia testi fitti senza spaziature fra i paragrafi, senza sottotitoli.

Assolutamente no, mai creare testi in questo modo. Gli articoli vanno suddivisi in paragrafi spaziati fra di loro, mettendo dei sottotitoli ai paragrafi evidenziando le singole sezioni, le parole chiave in grassetto, la frasi più importanti cosi che ben disponiamo alla lettura.

Font

Estremamente legato al concetto di testo leggibile è l'utilizzo di una adeguata font. Evitiamo font troppo folcloristiche, stiamo sul semplice, cerchiamo di scegliere una font che abbiano tutti.

Il consiglio è di stare sul classico verdana o arial.

Rimanendo in tema non possiamo non fare un cenno ai colori. Per un testo usiamo due colori contrastanti mettendo il testo scuro su sfondo chiaro, l'ottimale è il classico testo nero su sfondo bianco.

Immagini e video di accompagnamento

Le parole dicono, ma molto spesso un'immagine fornisce un messaggio immediatamente senza troppi giri di parole e aiuta l'esposizione del testo. In più un'immagine arricchisce il testo migliorandone la comprensione.

A fianco delle immagini in talune situazioni anche i video possono aiutare comunicando alcuni dettagli che sarebbe difficile descrivere a parole.

Le briciole di pane

Non avete letto male, è giusto il sottotitolo "briciole di pane". Vi chiederete cosa mai c'entrerà il pane con una pagina web.

Le "briciole di pane" o anche dette "mollichine", altro non è che l'indicazione della nostra posizione attuale all'interno del sito web. Il suo scopo è quello di aiutare l'utente ad orientarsi nella navigazione all'interno del nostro sito.

Footer

Per concludere terminiamo questo decalogo proprio con il piè di pagina.

In questa sezione solitamente si riportano le informazioni istituzionali dell'azienda, il link alle eventuali "note legali". Informazioni che saranno comuni a tutte le pagine.

Spero che ora abbiate un'idea sulla struttura ideale delle pagine del vostro sito aziendale, e se vi occorre una consulenza nella realizzazione del vostro progetto web aziendale non esitate a richiedere un preventivo gratuito.
 

 

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb