Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

31 May

Bimbi in guardia dalle intossicazioni

Pubblicato da Raggio Serena Per VivereinArmonia  - Tags:  #DANGER NEWS

Con l'avvento dell'estate aumenta il rischio di tossinfezioni tra i più piccoli

L’estate è ormai alle porte. Ma, come ogni anno, l’arrivo dei primi caldi può riservare spiacevoli sorprese, legate ai più piccoli. Proprio in questo periodo, infatti si registra un aumento delle infezioni alimentari, soprattutto nei bambini. L’ammonimento arriva dalla Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (Sitip).

INFEZIONI ALIMENTARI - Negli alimenti che consumiamo abitualmente, a volte, sono presenti degli agenti patogeni che, a contatto con l’organismo umano, possono risultare dannosi per la salute. In particolare le infezioni alimentari si verificano se questi agenti (virus, batteri e parassiti) riescono a superare le barriere difensive dell’uomo. Barriere che, naturalmente, sono meno forti tra i soggetti più piccoli.
Le malattie provocate dagli alimenti sono numerose ma, nella maggior parte dei casi, si risolvono senza gravi complicazioni.

BOTULISMO
- L’intossicazione più pericolosa è il botulismo, che si manifesta con difficoltà della vista e della parola, secchezza della bocca e debolezza muscolare. Se non si interviene in tempi rapidi la patologia può avere conseguenze importanti. Responsabile dell’infezione è il botulino, che può annidarsi in cibi inscatolati o conservati, soprattutto in quelli di produzione domestica. Pertanto richiedono particolare attenzione le verdure conservate sott’olio e quegli alimenti, come le conserve di frutta e il miele artigianale, facilmente consumati dai bambini.

STAFILOCOCCO - Una delle intossicazioni più diffuse è quella da stafilococco, dovuta a un’inadeguata preparazione o conservazione dei prodotti. Il più delle volte l’andamento della patologia è benigno, con sintomi che iniziano dopo una breve incubazione di qualche ora e si risolvono in 24-48 ore. La diarrea è la manifestazione principale dell’infezione stafilococcica e quando è frequente può comportare una notevole perdita di liquidi che vanno adeguatamente reintegrati.

ROTAVIRUS - Il Rotavirus rappresenta la principale causa di gastroenterite in età pediatrica. I sintomi della gastroenterite da Rotavirus si presentano dopo 5-6 giorni dal contagio e sono molto chiari: diarrea, dolori addominali e vomito per un periodo tra 3 e 7 giorni. Non esiste un trattamento specifico, i sintomi scompaiono spontaneamente in pochi giorni e, certamente, non devono essere utilizzati gli antibiotici, dal momento che si tratta di una malattia di origine virale. La cosa più importante è idratare il bambino.

CONSIGLI UTILI - «Spesso – avverte la professoressa Susanna Esposito, presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica - la presenza di microrganismi pericolosi non è evidente. Gli alimenti contaminati, infatti, possono mantenere le loro solite caratteristiche di colore, odore e sapore. Consumare un alimento solo perché ha un bell’aspetto  - aggiunge - non è una garanzia di cibo sano e non è sufficiente ad evitare rischio di infezioni per quanti lo ingeriscono. Adottare una serie di comportamenti corretti, nella vita di tutti i giorni, serve a ridurre il rischio di contrarre numerose malattie».
Ecco, allora alcune valide raccomandazioni:
1. curare particolarmente l’igiene delle mani per la manipolazione degli alimenti;
2. cuocere bene i cibi in modo che tutte le parti, anche le più interne, raggiungano una temperatura di almeno 70°C;
3. consumare gli alimenti immediatamente dopo la cottura, specialmente  al ristorante;
4. conservare in frigorifero gli alimenti cotti in casa, qualora non vengano consumati subito; se il cibo deve essere conservato per lungo tempo è preferibile surgelarlo;
5. riscaldare rapidamente e ad alta temperatura i cibi precedentemente cotti prima del consumo;
6. scegliere prodotti che abbiano subito trattamenti idonei ad assicurarne l’innocuità (ad esempio il latte pastorizzato o trattato ad alte temperature);
7. utilizzare solo acqua potabile e, specialmente in viaggio, consumare sempre acqua di bottiglia chiusa ermeticamente

 

 

 

 

 

Raggio Serena

Per VivereinArmonia

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb