Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

11 May

Giornalisti? Contropotere libro di Massimilano Griner e Lilly Viccaro Theo

Pubblicato da Antonello Sacchetti  - Tags:  #DANGER NEWS

‘Contropotere ‘,un bel libro di Massimilano Griner e Lilly Viccaro Theo



Confesso che quando mi domandano quale sia la mia professione, vacillo sempre, almeno per un attimo. Forse a ragione, perché forse sono giornalista ma non faccio proprio il giornalista (o è il contrario?), o non faccio solo quello. Ci si rifugia nel vago “campo della comunicazione” o dei media (quelli senza mai ritegno o senza più speranze dicono midia). Però il mestiere del giornalista dovrebbe essere un’altra cosa. O forse era un’altra cosa. Un po’ da disperati e un po’ da eroi.

 

Come il pompiere, l’astronauta e Zorro, i mestieri più gettonati quando ero bambino.

 

Poi vabbè, uno associa il mestiere alle facce Rai e ti passa qualsiasi voglia. Oppure leggi la quarta di copertina del libro (basta quella) di Riotta e giuri che da bambino il tuo grande sogno era fare l’impiegato.

 

Però non è sempre stato così. Prima che il citizen journalism si affacciasse nelle nostre esistenze, il compito di indagare, capire e raccontare era affidato a pochi temerari. E di sicuro, nella nostra storia nazionale, il periodo più torbido, complicato e appassionante sono stati gli anni di piombo.

 

Massimiliano Griner e Lilly Viccaro Theo hanno pubblicato per Nutrimenti Contropotere. La notte della Repubblica e i giornalisti che hanno cercato di fare luce, un libro insolito, asimmetrico, direi. Racconta infatti storie molto note, come quella di Mauro De Mauro (a cui è dedicata la copertina) e altre molto meno conosciute.


Il capitolo che trovo più avvincente è quello dedicato a Ruggero Zangrandi, che conoscevo solo come autore del Lungo viaggio attraverso il fascismo ed è invece una figura interessante e decisamente fuori dal coro.

Così come è molto interessante la storia di Pino Nicotri, che finisce invischiato nel caso ‘7 aprile’ solo per la sua vocazione di cronista. Ma potrei citare le storie di Fabio Isman, Marco Nozza e Giorgio Zicari.

 

Non vado oltre perché questo è un libro da leggere. Non solo per documentarsi e conoscere, ma proprio per il piacere di leggere.

 

 

 

 

 

 

 

 Antonello Sacchetti

Per "il Cassetto"

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb