Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

10 Oct

I Browser game oggi e il gaming classico

Pubblicato da Michele Licciardello  - Tags:  #DANGER NEWS

 

I dati parlano chiaro, oggi i migliori browser game contano milioni di players sparsi in tutto il mondo. Italia, Stati Uniti d'America, Giappone, Repubblica Ceca: nessuno escluso. Giocatori di ogni tipo e fascia di età si riuniscono online per sviluppare civilità antiche, abbattere temuti nemici e “spendere” più in generale parte del tempo libero.

I dati parlano chiaro, oggi i migliori browser game contano milioni di players sparsi in tutto il mondo. Italia, Stati Uniti d'America, Giappone, Repubblica Ceca: nessuno escluso. Giocatori di ogni tipo e fascia di età si riuniscono online per sviluppare civilità antiche, abbattere temuti nemici e “spendere” più in generale parte del tempo libero.

I requisiti sono davvero alla portata di tutti bastano infatti pc e internet. Se una volta erano indispensabili le console ad-hoc come playstation, xbox e wii oggi con un semplice pc si può accedere ad un mondo di videogiochi liberi, divertenti e davvero fatti bene.

I migliori browser game hanno delle caratteristiche non troppo scontate come una discreta giocabilità, un interessante gameplay e funzioni sociali. Forse è questo il segreto del loro successo: la possibilità di interagire nello stesso momento con centinaia di altri giocatori. L’interazione la maggior parte delle volte, se non indispensabile è necessaria al completamento degli obbiettivi.
Vedi Ikariam e tanti altri giochi dove sono presenti le "Alleanze".

Alleanze, classi, fazioni, squadre sono tutti gruppi fatti da persone reali tra cui tante volte nascono dei veri rapporti amichevoli. Al bisogno di mero svago quindi, può unirsi quella socialità innata di cui non possiamo fare a meno. Tra una battaglia e l’altra ad esempio si può parlare degli argomenti più in voga del momento, del mal di pancia avuto la notte precedente e perfino della promozione ottenuta al lavoro. Non ci sono limiti di nessun genere. E' capitato parecchie volte che giocatori conosciutosi giocando si siano incotrati nelle loro città e abbiano organizzato raduni in birrerie, pizzerie e ristoranti.

Gli ultimi titoli poi non hanno nulla da invidiare ai grandi classici, vedi Metin2, Aion o 4Story. Combattimenti mozzafiato, ambienti curati minuziosamente e fantastici personaggi rendono l’esperienza di gioco quanto più vicina possibile ai videogiochi da console. Ovviamente con una marcia in più!

Oggi infatti un gameplay relativamente interessante , una distinta modellazione grafica e dei personaggi fatti bene non riescono più ad afferrare quella parte di giocatori che ha bisogno di rendere quei minuti di gioco "reali". Non importa se nel frattempo devi aspettare che si concluda la costruzione di un edificio o l'armamento delle truppe. In fin dei conti puoi usare i tempi morti per farti un caffe. :)

E' la fine dei classici da console? Che fine faranno i grandi titoli che ci hanno fatto compagnia fino ad oggi?

Sicuramente gli uni non abbatteranno gli altri (anche perchè non possono ). Se da una parte c’è il bisogno di immergersi a 360° in un personaggio originale con abilità fuori dal comune dall’altro c’è quello di giocare in modo più semplice ma con qualche funzione sociale in più.

Non bisogna poi dimenticare che obbiettivamente scrollare i videogiocatori fedeli dal divano sarà una missione impossibile. Più che altro nel tempo forse browser game e classici da console diventeranno così simili da essere la stessa cosa. Negli ultimi tempi infatti i più famosi produttori di console nonchè coloro che in un certo senso ne detengono il monopolio come la Sony, la Microsoft e la Nintendo si stanno aggiornando e stanno integrando sempre più quelle funzioni sociali di cui parlavo sopra.

E tu cosa ne pensi? Preferisci alienarti completamente con un classico, giocare al fianco di “amici virtuali” o hai trovato una via di mezzo? Commenta questo articolo e dacci la tua opinione.

 

 

 

 


Testo pubblicato il 10/09/13 da Michele Licciardello

Dalla redazione di ML Web Solution.

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb