Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

09 May

Jacques de Molay e le 4 profezie sul rogo

Pubblicato da Valerio Balestrieri  - Tags:  #Enigmi

Jacques de Molay

 

Dicesi profezia: predizione di avvenimenti futuri, basata su una pretesa ispirazione o su osservazioni astrologiche, ovvero su una personale visione di quanto accadrà.

E nella storia, a cominciare dal libro più comune, la Sacra Bibbia, di profezie ce ne sono a migliaia…ma il caso di Jacques de Molay è davvero uno dei più misteriosi, anche perchè coinvolge esattamente il nostro tempo…anzi i nostri giorni!

Vissuto tra il 1250 e il 1314 non fu un semplice Cavaliere Templare, ma ne diresse l’ordine dal 1294. Nel 1307, quindi, si trovò nel pieno del processo ai Templari, fu torturato e condannato alla prigionia a vita.

L’Ordine dei Templari venne definitivamente soppresso nel 1308.

In seguito Jacques de Molay ritrattò quanto detto durante il processo e venne così condannato al rogo. Fu giustiziato a Parigi, sull’Isola della Senna (detta dei Giudei) nei pressi della Chiesa di Notre Dame il giorno 18 Marzo 1314(tenete ben a mente questa data!)

Mentre il fuoco ardeva sotto i suoi piedi, Jacques ebbe il tempo di lanciare 4 profezie, o anatemi se vogliamo:

 

 

- La prima: rivolgendosi a Papa Clemente V disse:


Jacques de Molay


“Tu morirai entro 40 giorni”.

- La seconda: rivolgendosi verso il Re Filippo IV di Francia detto il Bello disse:

“Tu morirai entro la fine del 1314″.

- La terza: rivolgendosi verso la Monarchia Francese disse:

“La casa reale Francese cadrà definitivamente entro la 13^ generazione da Filippo IV”.

- La quarta: rivolgendosi alla Chiesa Romana disse:

“Il Papato terminerà entro 700 anni dalla mia morte”.

Parole al vento di un disperato, si pensò!


Jacques de Molay

Fu attribuito quindi ad un caso fortuito che il 20 Aprile del 1314,  ben 33 giorni dopo l’esecuzione del Cavaliere, il Papa Clemente V, 195° Papa, vittima probabilmente di un tumore intestinale fulminante, si spense nel paese di Roquemaure nel Gard.

…”Tu morirai entro 40 giorni”…

 

Filippo IV di Francia Basilica di Saint-Denis

E forse non ci si ricordò nemmeno di lui (sempre Jacques de Molay) quando il 29 Novembre 1314 Filippo il Bello, Re di Francia dal 1285, si spense definitivamente dopo essere stato colpito probabilmente da un ictus celebrale durante una battuta di caccia: caduto da cavallo non aveva ripreso più conoscenza.

…”Tu morirai entro la fine del 1314″…

Jacques de Molay

 

Solo gli storici della Francia e delle sue dinastie, quindi, si accorsero in seguito che Luigi XVI°, ultimo Re di Francia, morto a Parigi il 21 Gennaio 1793 ghigliottinato, era proprio il 13° discendete di Filippo IV come annunciato da Jacques de Molay in punto di morte.

…”La casa reale Francese cadrà definitivamente entro la 13^ generazione da Filippo IV”…

 

Jacques de Molay


Come detto Jacques de Molay fu giustiziato

il giorno 18 Marzo 1314 

e in questi giorni il suo ultimo anatema riecheggia nell’aria:

…”Il Papato terminerà entro 700 anni dalla mia morte”

Molti, tra curiosi e amanti del mistero, sono quindi in trepida attesa per ciò che potrebbe accadere entro il 17 Marzo 2014, giorno in cui si compirà la fine del settecentesimo anno annunciato da Jacques de Molay. Ad oggi è assai difficile immaginare cosa potrebbe accadere, anche perchè ciò che si annuncia non è la semplice fine di un Papa, ma addirittura del Papato stesso.

 

Attualmente in carica, sappiamo tutti, c’è Papa Francesco: uomo di grande comunicazione, umiltà e di grande fede. Capace di parlare alle masse con un linguaggio semplice, diretto e schietto.

Potrebbe quindi accadere qualcosa a lui? Ci si aspetta un attentato o una morte naturale improvvisa? Potrebbe esserci un evento naturale tanto catastrofico da distruggere la Basilica di San Pietro e tutto il Vaticano?

Tutto è possibile!

Ma vi proponiamo un’ipotesi alternativa più interessante: la profezia di Jacques de Molay si è già avverata!

L’effettiva conferma di ciò, però, ce la potrà restituire solo la storia, tra molti anni.


Jacques de Molay e le 4 profezie sul rogo


L’abdicazione di Papa Benedetto XVI (avvenuta l’11 Febbraio 2013) potrebbe essere infatti vista come la  fine del ‘sistema’ Papato clericale (come da profezia), da secoli potere politico ed economico, prima che religioso.

A questo punto Papa Francesco nei suoi anni di reggenza, presenti e futuri, potrebbe con il suo operato esercitare un lento, inesorabile  e costante cambiamento definitivo della Chiesa Cattolica e del significato di religione in generale.

Il Cardinale Gesuita  Jorge Mario Bergoglio, Papa Nero prima che Papa della Chiesa di Roma, sarebbe così effettivamente l’ultimo capo eletto dal clero e l’artefice di una vera e propria svolta storica nel mondo cattolico e quindi nella società stessa, in buona parte del mondo.

Disilludendo così i suddetti curiosi e amanti del mistero, la profezia già avveratasi senza spargimenti di sangue, sarebbe sottolineata dalla presenza in vita di un Papa regnante e un Papa emerito (cosa rarissima), chiara metafora di una convivenza tra ‘il passato e un futuro’. A De Molay è intitolato l'Ordine di DeMolay, un'associazione internazionale per ragazzi che si basa sui principi della Massoneria, fondata nel 1919 negli Stati Uniti. Gli sono state dedicate, inoltre, due canzoni: una dei 270bis intitolata Non Nobis Domine e l'altra dei Grave Digger intitolata "The curse of Jacques". Più in generale l'album dalla quale proviene "Knights of the Cross" (1998) è dedicato all'ordine dei cavalieri templari


Insomma quel fulmine che colpì la Basilica di San Pietro  potrebbe essere davvero UN SEGNO dell’inizio di quella fine annunciata da Jacques de Molay.

 


Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb