Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

04 Oct

The Coca-Cola Company e il Fondo Globale insieme per distribuire farmaci nelle aree più remote del mondo

Pubblicato da Michela Quattrocchi  - Tags:  #DANGER NEWS

The Coca-Cola Company e il Fondo Globale per la lotta contro l’AIDS, la Tubercolosi e la Malaria hanno annunciato l’estensione di un progetto che si avvarrà delle competenze e del capillare sistema di distribuzione globale di The Coca-Cola Company per aiutare organizzazioni governative e non governative a rifornire di farmaci essenziali i luoghi più remoti del mondo, a partire dall’Africa rurale.
In occasione della riunione annuale indetta dalla Clinton Global Initiative (CGI), The Coca-Cola Company e il Fondo Globale hanno descritto il programma di ampliamento del progetto “The Last Mile”. Si tratta di una partnership pubblico-privata avviata nel 2010 per affiancare il Medical Stores Department (MSD), rete di distribuzione farmaceutica gestita dal governo della Tanzania, nella realizzazione di una supply chain più efficiente, tramite l’applicazione di modelli logistici già sperimentati da The Coca-Cola Company per la consegna delle sue bevande in gran parte del mondo. In questa nuova fase della collaborazione, la disponibilità di farmaci essenziali in Tanzania aumenterà del 75%, con un’estensione dell’iniziativa limitata per il momento a Ghana e Mozambico, sebbene si stia valutando la possibilità di ampliare tale collaborazione ad altri paesi.
Nato in origine dalla cooperazione tra Bill & Melinda Gates Foundation, Accenture Development Partnerships, Yale University’s Global Health Leadership Institute (GHLI) e partner come MSD, il progetto “The Last Mile” ha tracciato una strada da seguire. Dal 2010 a oggi ha infatti:


• Raggiunto quasi 20 milioni di persone che oggi godono di maggiore accesso ai farmaci essenziali nelle dieci regioni dove è stato applicato un modello di distribuzione rivisto e corretto;
• Ridotto i tempi di consegna dei farmaci nelle strutture sanitarie della Tanzania fino a 25 giorni;
• Autorizzato MSD a riorganizzare e ampliare il proprio sistema di distribuzione, passando dalla gestione di 500 magazzini di raccolta alla consegna diretta a 5000 strutture sanitarie;
• Permesso alle strutture sanitarie di gestire direttamente i propri ordini relativamente ai farmaci; inoltre ha migliorato del 20-30% la disponibilità di farmaci essenziali negli ambulatori dove il nuovo modello è stato progressivamente introdotto.


Un case study pubblicato da GHLI documenta i principali obiettivi sinora raggiunti da questa collaborazione ed è disponibile come strumento didattico per partnership di tipo pubblico-privato.
La Tanzania è il secondo destinatario, per importanza, delle sovvenzioni erogate dal Fondo Globale. Tali finanziamenti hanno consentito di migliorare notevolmente l’accesso ai farmaci essenziali per quanto riguarda l’AIDS, la tubercolosi e la malaria, rendendo però ancora più urgente la necessità di ampliare i sistemi di distribuzione e di migliorare la logistica. Il 39% circa delle sovvenzioni erogate dal Fondo Globale è stato utilizzato per l’acquisto di farmaci e altri prodotti sanitari, per una spesa complessiva, dal 2002 a oggi, di oltre 4,5 miliardi di dollari.
“Il successo del progetto dimostra che società civile, governi e settore privato possono collaborare con successo per risolvere problemi globali reali ed è cio in cui noi crediamo fermamente e che chiamiamo il ‘triangolo d’oro’”, afferma Muthar Kent, Presidente e CEO di The Coca-Cola Company. “Questa collaborazione si avvale delle nostre competenze di business su scala globale per cercare di risolvere alcune criticità logistiche, relative alla consegna dei farmaci nei luoghi più remoti dell’Africa”.


“Sfortunatamente, anche quando i farmaci sono disponibili”, spiega Gabriel Jaramillo, Direttore Generale del Fondo Globale, “non sempre è possibile farli arrivare a chi ne ha bisogno. Nelle aree più remote del pianeta la supply chain spesso non è efficiente e ciò può comportare la perdita di vite umane che avrebbero potuto essere salvate. Avevamo notato che Coca-Cola sembrava sempre riuscire a raggiungere anche le regioni più inaccessibili, così abbiamo pensato che se era in grado di farlo con i suoi prodotti, grazie al suo aiuto ce l’avremmo fatta anche noi”.
Dopo i successi registrati in Tanzania, il progetto è stato esteso al Ghana, con l’intento di migliorare l’accesso a farmaci essenziali e vaccini. Inoltre, in vista della sua estensione ad altre regioni, si è pensato di avviare una collaborazione con l’Agenzia statunitense per lo sviluppo Internazionale (USAID). In Mozambico, infine, i partner si avvarranno della collaborazione già in essere tra The Coca-Cola Company e la Clinton Health Access Initiative.
“Siamo orgogliosi di prendere parte a quest’importante partnership di tipo pubblico-privato che prevediamo di estendere ad altri paesi”, ha affermato l’amministratore di USAID, Rajiv Shah. “Potersi avvalere delle competenze di core business e dei canali di distribuzione di The Coca-Cola Company può migliorare in modo significativo il trasporto di farmaci salvavita, riuscendo così a raggiungere i più remoti angoli del pianeta”.
L’idea di una partnership per il progetto “Last Mile” risale al 2009, quando il Fondo Globale si rivolse a The Coca-Cola Company per una consulenza in ambito logistico che permettesse di risolvere i problemi di distribuzione riscontrati in Tanzania. Alla riunione annuale della CGI, nel 2010, i partner avevano annunciato l’avvio della prima fase della collaborazione, con l’ottimizzazione delle consegne di farmaci essenziali e forniture mediche ai cittadini più bisognosi. Un impegno che non solo è stato rispettato, ma si è rivelato di gran lunga al di sopra delle aspettative.

 

THE COCA-COLA COMPANY
The Coca-Cola Company è il produttore di bevande più grande al mondo e rinfresca i propri consumatori con oltre 500 bevande gassate e non gassate. Oltre a Coca-Cola, il marchio più conosciuto al mondo, l'azienda vanta altri marchi nel proprio portafoglio prodotti per un valore di oltre 15 miliardi di dollari, fra cui Coca-Cola light, Sprite, Coca-Cola Zero, vitaminwater, Powerade, Minute Maid, Simply, Georgia e Del Valle. A livello mondiale, The Coca-Cola Company è al primo posto nell’offerta di bevande gassate, succhi e nettari di frutta, tè e caffè. Grazie al sistema di distribuzione di bevande più vasto nel mondo, i consumatori di oltre 200 paesi scelgono le bevande di The Coca-Cola Company a un ritmo di 1.8 miliardi di consumazioni servite ogni giorno in tutto il mondo. Con un impegno continuo nel costruire un sistema sostenibile, la nostra azienda è concentrata su iniziative volte alla tutela dell’ambiente, alla salvaguardia delle materie prime e nel migliorare lo sviluppo economico delle comunità nelle quali operiamo.
Insieme ai nostri partner imbottigliatori, siamo tra le prime 10 aziende al mondo con più di 700 mila dipendenti. Per maggiori informazioni, visitate il sito www.thecoca-colacompany.com o seguiteci su Twitter all'indirizzo twitter.com / CocaColaCo.

Il Fondo Globale
Il Fondo Globale è un’istituzione di finanziamento internazionale che raccoglie ed eroga fondi per la prevenzione e la lotta all’HIV, all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria, promuovendo inoltre la collaborazione tra governi, società civile, settore privato e comunità coinvolte, ovvero il modo più efficace di aiutare chi si trova in stato di necessità. Il suo approccio innovativo si basa su finanziamenti ai paesi basati sui risultati: in ciascun paese, infatti, vengono attuati programmi specifici e il Fondo Globale eroga i finanziamenti una volta che siano stati raggiunti risultati comprovabili.
Dalla sua istituzione, nel 2002, il Fondo Globale ha approvato finanziamenti per 22,9 miliardi di dollari, destinati a oltre 1000 programmi in 151 nazioni. A oggi, i programmi sovvenzionati dal Fondo Globale hanno fornito trattamenti anti-retrovirali a 3,6 milioni di pazienti, 9,3 milioni di trattamenti anti-tubercolosi e 270 milioni di zanzariere trattate con insetticida per la prevenzione della malaria. Il Fondo Globale opera in stretta collaborazione con altre organizzazioni bilaterali e multilaterali, contribuendo alla lotta contro queste tre pandemie.

 

 

 

 

 

Michela Quattrocchi

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb