Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb

21 Apr

Voglia di autonomia: supera i blocchi emotivi!

Pubblicato da Copyright Nexta Media  - Tags:  #BLOG

Ci sono persone forti, indipendenti, che si pongono dei traguardi e costi quel che costi li raggiungono, o perlomeno vi si avvicinano. Non hanno paura delle sconfitte e si rialzano quando cadono. Altre che invece vivono in balìa degli eventi, arrendevoli e tendenzialmente insicure, tanto che quando incontrano qualcuno dalla personalità dominante soccombono. Il mondo è bello perché è vario, per carità, ma sentirsi sempre arginate nel proprio raggio d'azione perché dei blocchi emotivi non permettono di superare i propri limiti a volte diventa un condizione difficile e che fa soffrire. Ovviamente non parliamo di scalare l'Everest in solitaria, Voglia di autonomia: supera i blocchi emotivi!ma semplicemente di essere autonome e indipendenti, libere dalle paure e capaci di fare scelte individuali.


Non siamo nello studio di una psicologa, quindi i consigli che vi diamo sono del tutto esperienziali e si basano su facili aneddoti di vita, e non vogliamo nemmeno che le paure spariscano del tutto, o ci ritroviamo con il complesso opposto, quello di onnipotenza. Tuttavia vogliamo darvi alcuni consigli per vivere più serenamente la propria autonomia.

Molte donne non si lanciano in nuove avventure, che si tratti di andare a vivere da sole, presentarsi per un colloquio importante, o fare un viaggetto in solitaria per paura di non reggere l'emotività che ne consegue. Altre addirittura faticano ad esprimere la loro opinione, a contrastare un'ingiustizia, a ribellarsi quando qualcosa non va bene. Allora, prima di tutto, il nostro consiglio è: lanciarsi è sempre meglio che non fare nulla.

Per molti aspetti, primo fra tutti provare agli altri e a noi stessi che 'ci siamo' non siamo entità in balìa delle onde ma esseri pensanti e autonomi. 


Poi, dimenticate la paura di fallire. Cancellatela, debellatela: il fallimento, l'errore, fa parte del gioco! Tutti, dico tutti, Leonardo da Vinci incluso, hanno sbagliato nella vita, e non una ma due tre quattromila volte. Non esiste l'infallibilità, ma esistono persone che si lanciano e se sbagliano... pazienza! Una figuraccia? E chi se ne frega! Un colloquio andato male? Eh, sai quanti prima di trovare un lavoro! Una persona ci ha considerato sciocche? Embé, mica è l'unico essere al mondo!

Il mondo fa paura perché pensiamo di non essere in grado di relazionarci alle situazioni, ma i fantasmi, le paranoie, i blocchi emotivi sono nella nostra testa immensamente più grandi della realtà. Un colloquio importantissimo che non ci fa dormire la notte si rivela poi uno stress di pochi minuti: emozionante sì, ma sopportabilissimo!

Un'altra cosa importante è non cercare di imitare le persone che consideriamo 'autonome' e indipendenti. Se non lo siamo, non lo diventeremo certo mimando loro, perché il risultato sarà solo una brutta interpretazione. Se la timidezza e le incertezze ci sono, va bene lo stesso, basta non aver paura di perdere, e se accade rialzarsi dalla caduta con un sorriso e una lezione di vita da mettere in saccoccia.

Ma a livello pratico? Dunque, se siete abbastanza grandi, andare a vivere da sole, o con una coinquilina, è il primo step verso l'indipendenza.

Imparare a gestire la propria vita lontano dalla famiglia è una scuola di vita importante: non solo cucinare e lavare, ma pagare bollette, relazionarsi al padrone di casa, ai condomini, insomma prendere una posizione nel mondo aiuta pian piano a conoscersi e crescere. Fare un viaggio da sole è un'altra scuola di vita importantissima , ma ci rendiamo conto che è un'avventura per poche. Però se volete sbloccare un po' di insicurezze, perché non partite da piccole mete, come una giornata in una città che non conoscete, o un weekend addirittura. Non serve andare in Tanzania un mese per mettersi alla prova! Provate sennò da cose ancora più semplici: andare ad un concerto da sole, una giornata al mare, una spedizione shopping lontano da casa.  La prima volta che si vive un'esperienza emotivamente forte tremano le gambe, ma piano piano diventa sempre più semplice. E' la paura di lanciarsi nel vuoto che ci blocca, ma poi il volo sarà talmente emozionante che vorrete farlo di nuovo!

 

 

 

 

 

Copyright Nexta Media

Sul blog

In collaborazione con le Redazioni - NotizieWeb 24/24; DangerNews; The Curious MagazineWeb